A cosa servono le Lampade di Sale?

Le Lampade di Sale vengono fabbricate con salgemma proveniente dall’Himalaya, un sale che si è formato naturalmente nel corso di milioni di anni a causa della progressiva ascesa della catena montuosa e del ritirarsi del mare. Le lampade di sale sono formate da cristalli di sale che emanano nell’aria ioni negativi. 

Infatti gli elettrodomestici che abbiamo in casa (televisione, computer, cellulari, ecc..) ci espongono continuamente a un campo elettromagnetico che varia a seconda dell’apparecchio elettronico. Queste onde interagiscono con quelle del nostro cervello e il nostro corpo è investito da frequenze ben superiori a quelle a cui è abituato. Le conseguenze di questa esposizione a lungo andare, sono nervosismo, difficoltà di concentrazione, insonnia e, secondo recenti studi, aumento della produzione di radicali liberi.

Le lampade di sale vengono consigliate per rendere più salubre l’ambiente in cui viviamo a partire dall’aria che respiriamo nelle stanze della nostra casa. Queste hanno un effetto ionizzante che purifica l’aria donando una piacevole sensazione di benessere.

Riassumiamone i benefici:

- migliora la produttività e stimola il sistema immunitario 

- secondo la cromoterapia il colore arancione è rilassante, stimola la creatività e la gioia di vivere

- riducono l’umidità dell’ambiente

- aiutano a purificare l’aria di casa

- caricano l’ambiente di energie positive

- creano un’atmosfera rilassante

- emanano una gradevole luce soffusa

- favoriscono la concentrazione e la produttività

- stimolano la creatività e la gioia di vivere

- donano una piacevole sensazione di benessere

- emettono nell’aria ioni negativi

- possono aiutare a respirare meglio in caso di asma e allergie (es. grotte di sale)

- contribuiscono a proteggerci dall'inquinamento elettromagnetico

 

Perché scegliere la VITAMINA D

La vitamina D è fondamentale per il nostro organismo. È nota per la sua capacità di mantenere le ossa in salute ma è benefica anche per il cervello e per il cuore.

Il nostro organismo può ottenere vitamina D tramite l'alimentazione e l'esposizione al sole. 

I soggetti maggiormente esposti ad una carenza di vitamina D sono rappresentati da coloro che trascorrono ben poco tempo all'aria aperta durante la vita quotidiana e da chi non assume fonti alimentari di vitamina D. Soprattutto i soggetti come donne in gravidanza e in allattamento, gli anziani e i bambini dovrebbero tenere sotto controllo i propri livelli di vitamina D per evitare carenze.

Secondo gli esperti esporre al sole almeno il viso e le braccia per 15-20 minuti al giorno permetterebbe al nostro organismo di sintetizzare vitamina D grazie alla luce naturale. Tutti dovrebbero comunque cercare di trascorrere più tempo all'aria aperta per favorire il proprio benessere. La vitamina D regola il metabolismo del calcio. È fondamentale per il sistema nervoso e per il cuore.

Per quanto riguarda l'alimentazione, le fonti di vitamina D possono essere sia di origine animale, come uova, latte e derivati, sia cibi di origine vegetale, con particolare riferimento ai funghi. Per cui l'associazione di una dieta equilibrata e una giusta esposizione al sole dovrebbero garantire livelli adeguati di vitamina D. 

SINTOMI DI CARENZA DI VITAMINA D

- dolori alle ossa e debolezza muscolare. Per la maggior parte delle persone tali sintomi potrebbero essere così lievi e sottili da non destare alcun campanello di allarme.

- asma nei bambini

- disturbi cognitivi negli anziani

- problemi a livello delle ossa, fino alla comparsa dell'osteoporosi

- umore altalenante, tristezza immotivata (che potrebbe essere dovuta a bassi livelli di serotonina)

- sudorazione delle mani 

CONSEGUENZE DELLA CARENZA DI VITAMINA D

Le conseguenze di una carenza di vitamina D possono variare in base all'età, allo stato di salute e al periodo della vita dell'individuo. Sulla carenza di vitamina D può incidere anche il luogo in cui viviamo.

- rachitismo. Può presentarsi a causa di una carenza di vitamina D dovuta alla mancata esposizione alla luce del sole e/o ad un apporto alimentare scarso. È importante che le donne durante la gravidanza e l'allattamento presentino livelli adeguati di vitamina D per proteggere il bambino. Negli adulti la carenza di vitamina D può portare a deformazione delle ossa, inarcamenti anomali a livello degli arti inferiori e della colonna vertebrale.

- malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide, il Lupus e il diabete di tipo 1. La carenza di vitamina D infatti potrebbe ostacolare il buon funzionamento del sistema immunitario portando alla comparsa di malattie legate ad esso.

- rischio di Alzheimer. Uno studio condotto di recente in Scozia ha messo in correlazione la carenza di vitamina D all'aumento del rischio di ammalarsi di Alzheimer, con particolare riferimento alle popolazioni che vivono in zone del mondo poco soleggiate. 

- rischi per il cuore

- depressione. La vitamina D, infatti, stimola la produzione di serotonina, l'ormone della felicità.

 

! Comunicazione Importante !

 
 
Informiamo tutta la nostra clientela che a partire dal 1° MARZO 2017 i prodotti che avete sempre acquistato sul sito www.diamantesud.it saranno disponibili soltanto sul nuovo sito www.erboristerielisir.it.
 
Per facilitare i vostri acquisti per qualche settimana manterremo la stessa veste grafica!
 
Inoltre abbiamo pensato di premiare la vostra fedeltà avuta nei riguardi dei nostri prodotti con questa promozione:
 
I primi 20 che effettueranno una spesa minima di 30€ sul nuovo sito ww.erboristerielisir.it riceveranno
 
 IN OMAGGIO
 
UN OLIO VANIGLIA del valore di 12€ e le SPESE DI SPEDIZIONE GRATUITE!
 

Scopriamo insieme un prezioso cereale: l'Avena

L'avena (Avena sativa) è una pianta erbacea da cui si ricava un cereale in chicco ricco di proprietà benefiche. Fino a pochi anni fa, l'avena era utilizzata in prevalenza come mangime per gli animali, ma ora la riscoperta delle sue virtù ha contribuito a riportarla sulle nostre tavole.

BENEFICI DELL'AVENA

- L'avena è una fonte di carboidrati a lenta digestione. In questo modo fornisce al nostro organismo energia a lungo termine. Ottima anche per chi soffre di celiachia, infatti se non contaminata da altri cereali, presenta una tossicità pressoché nulla per i celiaci.

- Il suo elevato contenuto di fibre garantisce il corretto funzionamento del nostro intestino e aiuta la digestione. 

- Fornisce un valido contributo per la riduzione del colesterolo.

- L'avena contiene dei particolari composti fenolici azotati, che prendono il nome di avenantramidi. Si tratta di potenti antinfiammatori in grado di proteggerci dai tumori e di inibire la proliferazione delle cellule tumorali.

-È il cereale più ricco di proteine (12,6-14,9%) e di acidi grassi essenziali, come l'acido linoleico. Il suo contenuto di fibre solubili è importante per placare l'appetito e normalizzare il peso corporeo.

- La farina d'avena è un alimento nutritivo e rinforzante, che viene consigliato ai bambini e ai convalescenti.

USO DEL'AVENA IN CUCINA 

I fiocchi d'avena fino a poco tempo fa erano noti soprattutto come ingrediente fondamentale per il muesli della colazione ma possono essere aggiunti a preparazioni sia dolci che salate.

Ad esempio le barrette di cereali, che possono essere preparate in casa con ingredienti salutari, oppure le zuppe, le vellutate e le minestre da arricchire con i fiocchi d'avena, oppure con l'avena in chicco, da lessare a parte o da cuocere direttamente insieme alle verdure o ai legumi.

FARINA D'AVENA

Dalla macinazione dell'avena si ricava un'ottima farina. Infatti si possono preparare degli ottimi biscotti o del pane fatto in casa. 

Inoltre serve per addensare creme e vellutate troppo liquide e per preparare un'ottima panatura. 

Infine la si può impiegare anche per la cura naturale della persona: si possono preparare maschere per il viso, scrub per il corpo e shampoo.